+8 Migliori cose da fare a Innsbruck

Innsbruck è una delle località sciistiche più rinomate dell’Austria. I suoi resort, distribuiti anche su cime innevate che arrivano a sfiorare i 3000 metri di altezza, sono molto amati e registrano sempre il tutto esaurito fino a Pasqua.

Innsbruck però è anche piena di cose da fare al di fuori delle piste e ciò la rende una destinazione adatta per tutto l’anno. Qui si trova lo sfavillante museo degli Swarovski, mentre gli amanti della musica potranno approfittare di un ricco programma di concerti e festival.

Per non parlare poi della meravigliosa architettura del centro storico, del leggendario Tettuccio d’Oro e anche dei ristoranti dove vivere dei momenti da gourmet o dei posti da visitare curiosi e conosciuti soltanto dalle persone del posto.

Cosa vedere a Innsbruck e quali sono le migliori attività da fare in solitaria, con gli amici oppure con la famiglia? Ecco le top 8 da non lasciarsi sfuggire assolutamente.

1 La fonderia delle campane dei Grassmayr

Fonderia Grassmayr Innsbruck
Fonderia delle campane di Grassmayr ad Innsbruck – © grassmayr

Si tratta di una delle attrazioni più singolari da visitare a Innsbruck: questa fonderia, inaugurata nel 1599, viene gestita ancora al giorno d’oggi dalla famiglia Grassmayr ed è anche una delle ultime fonderie ancora attive in Europa.

Al suo interno è possibile trovare anche un piccolo museo che spiega come vengono fabbricate le campane e una collezione di oggetti fatti dai Grassmayr, dai campanacci delle mucche alle campane per le chiese.

La parte più interessante però è un piccolo workshop dove, passo a passo, gli artigiani puliscono e danno gli ultimi ritocchi alle campane che vengono poi spedite in tutta Europa.

Indirizzo: Leopoldstraße, 53
Prezzo: 5 € bambini, 8 € adulti
Apertura: Lun-Ven 10-16, Sab (da Maggio a Ottobre) 10-16
Chiusura: Domenica e festivi

2 Il Castello di Ambras

Castello di Ambras ad Innsbruck

Il Castello di Ambras venne fatto costruire da Ferdinando II per viverci con la moglie. La donna, essendo una comune cittadina e non una nobile, non poteva vivere nel palazzo reale.

Questo edificio, glorioso nella sua architettura e dotato di magnifici giardini, ha una parete completamente decorata con affreschi spagnoli, un cortile pieno di dipinti e una Camera delle Arti e delle Curiosità, che è considerata il primo museo europeo.

Nella Camera, oltre ad un ritratto di Vlad l’Impalatore, si può ammirare un nano di corte, l’armatura di un samurai interamente realizzata in corallo e in avorio e altro ancora.

Indirizzo: Schloßstraße, 20
Prezzo: 7 € adulti
Apertura: Lun-Dom 10-17

3 Swarovski Kristallwelten

Chi non conosce i cristalli Swarovski? Bene o male li abbiamo ammirati tutti sulle passerelle, li abbiamo visti nei film o magari possediamo anche uno dei celebri animaletti, ma al Kristallwelten il livello si alza ancora di più con una serie di Camere delle Meraviglie realizzate con cristalli Swarovski da artisti provenienti da tutto il mondo.

Dal Teatro Meccanico alla Cupola di Cristallo, passando per la Foresta di Ghiaccio, ciascuno spazio racchiude un’esperienza multisensoriale che permetterà ai visitatori di guardare gli Swarovski da un’altra prospettiva. Finito il tour, i visitatori potranno attardarsi nel negozio della fabbrica per acquistare qualche ninnolo.

Indirizzo: Schloßstraße, 20
Prezzo: 7 € adulti
Apertura: Lun-Dom 8:30-19:30 (da Settembre a Giugno), Lun-Dom 8:30-22 (Luglio / Agosto), 24 Dic fino alle 14, 31 Dic fino alle 16
Chiusura: 5-6 Nov

4 Il Palazzo Imperiale di Hofburg

Palazzo imperiale Hofburg
Palazzo imperiale Hofburg di Innsbruck – © Wikipedia

Innsbruck cominciò ad essere fortificata intorno al 1300. Le prime fortificazioni, visibili ancora oggi, sono state poi unite in un palazzo che ospitò prima i re del Tirolo, poi gli imperatori di Hofburg.

Posto sorprendentemente ben tenuto – si può immaginare di vivere ancora qui – l’edificio è aperto al pubblico e gli appartamenti imperiali sono ancora in ottime condizioni. La maggior parte delle stanze conserva ancora i mobili e i colori originali.

Spettacolare e imperdibile il Corridoio dei Giganti con i suoi affreschi drammatici, come anche i ritratti a grandezza naturale dei figli, dei nipoti e dei pronipoti della famiglia reale Hofburg.

Orari ed info su www.hofburg-innsbruck.at

5 La corte della chiesa di Hofkirche

Chiesa Hofkirche Innsbruck
Chiesa Hofkirche di Innsbruck

La chiesa gotica di Hofkirche venne costruita verso la metà del sedicesimo secolo per ospitare il cenotafio dell’Imperatore Massimiliano. L’edificio custodisce delle statue di bronzo a grandezza naturale, una delle quali realizzata da Albrecht Dürer, raffiguranti re europei e regine imparentati con Massimiliano. Persino Re Artù è stato incluso nell’albero genealogico, quindi occorre andarci cauti!

Un’altra attrazione di rilievo da non perdere è la Cappella d’Argento, che si trova al di sopra della chiesa principale, con il suo altare d’argento decorato da zanne di elefante e da trecento chili di ebano. Il suo stile, molto semplice, produce un contrasto interessante.

6 Il Tettuccio d’Oro

Tettuccio d'oro Innsbruck
Tettuccio d’oro di Innsbruck

Situato nel cuore della Città Vecchia, il Tettuccio d’Oro (Goldenes Dachl) è il simbolo più famoso di Innsbruck. Completato nel 1500, il tetto venne decorato con 2657 tegole di bronzo dorato per celebrare il matrimonio dell’Imperatore Massimiliano I con Bianca Maria Sforza.

L’Imperatore e la moglie erano soliti affacciarsi dal balcone per guardare i festival, i tornei, per salutare i sudditi e anche per assistere alle esecuzioni degli eretici che si tenevano proprio sulla piazza principale.

Il Tettuccio d’Oro ospita anche un museo dove, grazie  alle tecnologie del ventunesimo secolo, i visitatori potranno scoprire tutti i segreti dell’Imperatore e della sua famiglia.

7 Il Tirol Panorama, l’opera d’arte più grande del mondo

Il Tirol Panorama è una delle opere d’arte più grandi del mondo. Raffigurante  la battaglia che si combatté nel 1908 tra le truppe napoleoniche e i ribelli tirolesi, il dipinto di 1000 metri quadrati si trova fuori dal Museo della Fanteria Imperiale Tirolese.

Il quadro affascina fin da subito per il soggetto, ma ciò che lo rende singolare è che l’artista ha catturato tutti i dettagli, dal paesaggio circostante ai costumi delle varie fazioni di ribelli, passando per alcuni punti di riferimento facilmente riconoscibili.

Il Panorama può essere combinato con il museo, visto che è collegato ad esso da una galleria sotterranea.

8 Lo zoo alpino di Innsbruck

Questo zoo non racchiude animali provenienti da località sperdute e desertiche, ma costituisce una tappa d’obbligo per le famiglie in quanto ospita molte specie che vivono sull’arco alpino, come linci, orsi, rapaci, camosci, marmotte, lupi e gatti selvatici.

Alcune specie, come la lince che era quasi estinta nel diciannovesimo secolo, sono state recuperate grazie a programmi di riproduzione e di reintroduzione. Alcuni animali hanno cuccioli tutti gli anni, soprattutto tra aprile e giugno, quindi l’estate è il periodo migliore per andare a visitarli.

Lo zoo alpino si trova sulla catena montuosa della Nordkette. Alcuni percorsi sono accessibili con il passeggino, mentre altri solo a piedi in quanto sono molto ripidi.

Tour e biglietti di innsbruck