Marzamemi

Marzamemi è una cittadina di mare situata tra Pachino e Noto e, in Italia come anche all’estero, è nota per essere entrata nella lista dei 20 capoluoghi marittimi più belli della Penisola.

Le sue attrazioni principali sono i numerosi, e altrettanto variegati, piatti di pesce serviti all’interno di ristoranti pittoreschi, il panorama splendido che si può godere sul mare, le stradine strette e gli edifici che ricordano il suo passato medievale e la Tonnara.

Questo è il nome di una caletta dove i pescatori locali si recano per pescare il tonno rosso, che vendono poi direttamente ai ristoranti presenti sul posto.

La Tonnara è anche un palazzo antico che, in passato, veniva utilizzato per riparare le grandi navi che uscivano in mare per pescare il tonno. Nel corso degli anni questo palazzo è stato trasformato in un ristorante evocativo e in una suite con una vista mozzafiato sul mare.

Marzamemi però è anche una città siciliana con una forte rilevanza turistica, dove è possibile scoprire un paesaggio tranquillo e meraviglioso, una natura incontaminata e luoghi in cui il tempo sembra essersi fermato per sempre.

Dove mangiare a Marzamemi

  • Al Boccone Ristorante: situato in via regina Elena 7, il ristorante si affaccia su una strada affollata e molto chiassosa, ma i suoi tavoli, posti sul retro, si specchiano su una spiaggia e su un vero e proprio paradiso marino. Al Boccone propone deliziosi piatti a base di pesce e i grandi classici della cucina siciliana, ma anche tante scelte per i vegetariani e per gli intolleranti al glutine.
  • L’Approdo: questo ristorante si trova in via lido 7, a pochi metri dalla spiaggia, quindi rappresenta il punto di approdo ideale sia per una cena serale in compagnia, sia per un pranzo veloce prima di recarsi di nuovo a fare il bagno e a prendere il sole. I suoi cavalli di battaglia sono il pesce e i frutti di mare, che qui vengono proposti in tanti modi diversi.
  • La Mattanza: non farti ingannare dal nome “poco invitante”, perché in realtà questo locale, oltre ad essere uno dei preferiti degli abitanti di Marzamemi, è anche rinomato per le sue pizze, per le sue insalate fresche e per la sua scelta di usare esclusivamente prodotti a chilometro zero e reperibili sul posto. Tante le opzioni anche per i vegani e i vegetariani e, per i più golosi, qui è uno dei pochi ristoranti in cui si può gustare un’autentica granita alle mandorle o al pistacchio.

Cosa vedere a Marzamemi

La Tonnara

La storia di Marzamemi, neanche a dirlo, è iniziata con la Tonnara, conosciuta anche come la Tonnara di Marzamemi. Questo antico palazzo, progettato e costruito dagli Arabi intorno all’anno 1000, deve il suo nome alla parola araba “marsa al hamem”, che significa “baia delle tortore”. Il palazzo, oltre ad essere uno dei più antichi della Sicilia Occidentale, inizialmente venne utilizzato per riparare le navi che uscivano per pescare il tonno, poi in seguito, nel 1752, il principe di Villadorata ci costruì accanto il suo palazzo e la chiesa della Tonnara. Questo principe, oltre ad essere il proprietario di tutta la periferia di Marzamemi, arrivò dopo gli Arabi e trasformò la città di mare in un piccolo gioiello. A pochi passi dalla Tonnara si trova la Loggia, che oggi viene utilizzata per eventi pubblici e privati, Via Santa Margherita, considerata il centro città di Marzamemi, e più avanti, lungo la costa, due porti, la Fossa e il Balata. Da questi porti, che sono considerati molto importanti per l’economia locale, partono e arrivano tutte le navi commerciali.

Le navi naufragate di Marzamemi

Marzamemi è conosciuta a livello internazionale perché, appena sotto la superficie del mare, si possono trovare numerosi navi antiche, che sono naufragate prima di giungere a destinazione. Molti di questi antichi relitti, come il Relitto delle Colonne e il Relitto della Chiesa, si possono vedere solo con immagini in 3D, anche se saltuariarmente il Diving Center Siciliano di Siracusa organizza tour sott’acqua per andare alla scoperta delle magnifiche rovine di Marzamemi.

Spiaggia di San Lorenzo

questa spiaggia, lunga e stretta, assomiglia in maniera impressionante alle spiagge caraibiche, quindi in questo caso la macchina fotografica è d’obbligo. Tuttavia, per quanto invitante, è meglio limitarsi a prendere il sole e non fare il bagno nelle sue acque, in quanto sono perennemente infestate dalle meduse. Se invece vuoi goderti un bagno in mare senza rischi, a pochi passi dall’entrata della città, nei pressi di una casa estiva che si trova vicina alla strada, troverai una piccola spiaggia, che potrai raggiungere a piedi, dove non ci sono più di dieci persone e dove le acque, oltre ad essere cristalline, non sono invase dalle meduse. In alternativa, se vuoi essere sicuro al 100% di non essere punto dalle meduse, puoi dirigerti a Portopalo di Capo Passero e fare una sosta sulla spiaggia situata nei pressi dell’Isola delle Correnti.

Come arrivare a Marzamemi

Marzamemi può essere raggiunta soltanto partendo dall’aeroporto di Catania. Una volta atterrato a Catania, appena fuori dallo scalo, troverai numerosi bus che possono portarti fino a Marzamemi (il servizio viene effettuato dalla compagnia Interbus).

I bus sono disponibili dalle 09.30 alle 17.30. Il biglietto per l’andata costa 9 euro, mentre quello per l’andata e per il ritorno 13,50 euro.

Tuttavia, se dovessi arrivare prima delle 09.30 o dopo le 17.30, puoi anche noleggiare un’auto a Catania e raggiungere poi Marzamemi in macchina. Giunto sul posto, ti suggerisco di esplorare Marzamemi a piedi, perché l’antica città dei pescatori è un piccolo paradiso da ammirare passo a passo.